I libri della settimana: Goodrich, Cognetti, Capitano

di Valerio De Luca |

La Redazione della Dante consiglia una selezione tra narrativa e saggistica di autori italiani o testi originali in lingua italiana.

L’americanaSchermata 2021 11 17 alle 16.28.48

di Heddi Goodrich
Giunti
18 euro, 348 pagine

Frida ha sedici anni quando dall’Illinois approda a Castellammare di Stabia per uno scambio culturale. È un mondo di contrasti quello che la aspetta, un paesaggio in cui la schiuma bianca dell’acqua batte sulla sabbia nera vulcanica, in cui la roccia, gli alberi scuri del monte Faito incontrano il mare azzurro del golfo di Napoli, in cui la pastasciutta deborda dai negozi di Gragnano con le insegne schiarite dal troppo sole… È un mondo in cui gli opposti interagiscono e si completano, proprio come vuole il Tao: terra e acqua, giorno e notte, bene e male, italiano e dialetto. Un anno di scuola e di vita in una famiglia italiana rappresenteranno per lei una stagione di scoperte, di shock culturale, di entusiasmo, di amore, di dolore e di crescita, in un sovvertimento di sensi che, ancora una volta dopo Perduti nei Quartieri Spagnoli, affascina e spiazza il lettore italiano offrendo un punto di vista empatico, sorprendente, su di noi e sulle nostre vite.

Heddi Goodrich, originaria di Washington D.C., si è laureata a Napoli, dove ha lavorato come insegnante d’inglese per qualche anno dopo aver completato gli studi. Vive in Nuova Zelanda, ad Auckland. Il suo romanzo d’esordio “Perduti nei Quartieri Spagnoli”, tradotto in tredici lingue, è stato un grande successo internazionale. Scrive in italiano.

La felicità del lupoSchermata 2021 11 17 alle 16.31.25

di Paolo Cognetti
Einaudi
pp.152, 18 euro

Fausto si è rifugiato in montagna perché voleva scomparire, Silvia sta cercando qualcosa di sé per poi ripartire verso chissà dove. Lui ha quarant’anni, lei ventisette: provano a toccarsi, una notte, mentre Fontana Fredda si prepara per l’inverno. Intorno a loro ci sono Babette e il suo ristorante, e poi un rifugio a piú di tremila metri, Santorso che sa tutto della valle, distese di nevi e d’erba che allargano il respiro. Persino il lupo, che mancava da un secolo, sembra aver fatto ritorno. Anche lui in cerca della sua felicità.

Paolo Cognetti è nato a Milano nel 1978. Tra i suoi libri: Sofia si veste sempre di nero (minimumfax 2012), Il ragazzo selvatico (Terre di mezzo 2013) e Senza mai arrivare in cima (Einaudi 2018 e 2019). Nel 2021 ha curato L’Antonia su Antonia Pozzi (Ponte alle Grazie). Sempre nel 2021 esce, sia come film-documentario sia in forma di podcast, Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord. Con Le otto montagne (Einaudi 2016 e 2018), che è stato tradotto in oltre 40 paesi e dal quale è stato tratto un film di prossima uscita, ha vinto il Premio Strega, il Prix Médicis étranger e il Grand Prize del Banff.
Nell’edizione 2017 del Premio Strega è stato eletto “scrittore della Dante”.

Cronache del mondo dell’arte 1Schermata 2021 11 17 alle 16.32.55

di Antonio Capitano
Albeggi Edizioni
12 euro, 140 pagine

Albeggi Edizioni lancia il suo nuovo progetto con Antonio Capitano, saggista e pubblicista, recentemente nominato “Ambasciatore della Lettura” dal MIBACT, già curatore per la casa editrice del volume “Riaprire i sipari”.
Nel primo volume saranno presenti artisti come Piero della Francesca, Masaccio, Leonardo, Tiepolo, Botticelli, Caravaggio, Filippo Lippi, Benozzo Gozzoli, Antonello da Messina, Simone Martini, Raffaello, ma anche figure meno note, come Antiveduto Gramatica, Mariotto Albertinelli, Mastro Venceslao e Cola dell’Amatrice.
Antonio Capitano ci conduce nel mondo dell’arte con un punto di vista differente, ma che consente di scoprire alcune vicende dal sapore teatrale e cinematografico. Una galleria di ritratti poco noti, da sembrare quasi inediti, di artisti dal valore universale e dalla vita non sempre semplice, se non addirittura avventurosa.