Domenica 24 ottobre è la Giornata Europea dei Parchi Letterari

di redazione | Chiose
Condividi su

Letture, incontri, percorsi naturalistici e letterari, case museo, spettacoli, mostre, persone, luoghi e ricette che hanno ispirato alcune tra le più belle pagine della letteratura per celebrare la settima edizione della Giornata Europea de I Parchi Letterari.

Si parte dai luoghi danteschi nella natura virgiliana a Mantova e poi a a Galtellì per festeggiare i 150 di Grazia Deledda. Un lungo percorso nel nome di una letteratura senza confini, così come si ama ricordare ogni anno nel Parco Letterario Ernst Bernhard istituito nel Campo di internamento di Ferramonti di Tarsia.

L’obiettivo dell’iniziativa è che il lettore disponga di una chiave di lettura che stimoli la visita di luoghi altrimenti considerati solo per il loro panorama: un viaggio reso reale e attuale dall’incontro con personaggi viventi che introducono a un racconto inseparabile dalla località che li ospita.

A Recanati si sale sul Monte Tabor per ammirare i Monti Sibillini oltre la siepe di ligustro e Francesco Petrarca mostra ad Arquà il “secondo Elicona che per te e per le Muse ho allestito sui Colli Euganei”.

Nino Chiovini e Giuseppe Dessì sveleranno dalla Val Grande e da Villacidro “La maestà dei monti e la solennità degli alberi”; così come Policarpo Petrocchi e Attilio Bertolucci indirizzeranno alle storie antiche dell’Appennino.

A Ostia si scopre con Pier Paolo Pasolini che cultura e ambiente insieme sono fondamentali nel lavoro di recupero e sviluppo di un territorio. Con Pietro Querini sbarchiamo a Røst nell’Arcipelago delle Lofoten dove: “Per tre mesi all’anno, cioè dal giugno al settembre, non vi tramonta il sole, e nei mesi opposti è quasi sempre notte…”; mentre con Johan Peter Falkberget conosceremo le storie dei minatori e dei contadini di Røros.

Con i luoghi cari a Gabriele d’Annunzio visiteremo l’Abruzzo di Benedetto Croce, padre delle prima legge italiana sulla tutela del paesaggio, e la Sulmona di Ovidio. E affideremo a Pier Maria Rosso di San Secondo e Gesualdo Bufalino il compito di raccontarci la Sicilia profonda.

Prendendo ispirazione dalla poesia di Eugenio Montale, impareremo a conoscere e conservare la biodiversità̀ e i valori del paesaggio naturale e culturale delle Cinque Terre. Immersi nelle Foreste Casentinesi viaggeremo con le fate, gli orchi, le principesse, i soldati e i santi del Casentino di Emma Perodi Ripercorreremo “Gli angoli magici, i luoghi dell’ispirazione di grandi autori e poeti” ospitati nel Parco di Monza dalla Regina Margherita e nel Giardino di Ninfa da Marguerite Chapin Caetani, due mecenati che hanno aperto alle arti le loro meravigliose dimore.

Con Federico II a Melfi, Isabella Morra a Valsinni, Albino Pierro a Tursi, Francesco Mario Pagano a Brienza, Francesco Lomonaco a Montalbano Jonico e Carlo Levi ad Aliano scopriremo una Basilicata meravigliosa anche in autunno inoltrato.

TUTTI GLI EVENTI DEI PARCHI LETTERARI PER IL 24 OTTOBRE SONO AGGIORNATI QUI https://www.parchiletterari.com/eventi-parchi-letterari.php

 

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 2 =