Dante, terzine from the world

di Redazione | Ficcanaso
Condividi su

Venti poeti leggono la Divina Commedia in coreano, giapponese, inglese, turco, ucraino, estone, portoghese e altre lingue

La Casa della Poesia di Como propone “Dante, terzine from the world”, una rassegna dedicata ai versi del Sommo Poeta declamati in tanti fra i diversi idiomi del mondo. A farsi portavoce della manifestazione “multilinguistica”, partita lo scorso 29 marzo e in programma fino ad agosto, venti esponenti della poesia e della letteratura internazionali: un inno al dialogo interculturale e un omaggio al valore universale del pensiero e dell’opera dell’Alighieri. Ogni lunedì, alle ore 18.00, sul sito e sulla pagina facebook dell’associazione, potremmo assistere alle inedite letture dantesche, ognuna con un protagonista differente e sullo sfondo di luoghi anch’essi sempre mutevoli.

I prossimi appuntamenti saranno con la poetessa e pittrice colombiana Marisol Bohórquez Godoy (17 maggio), che vestirà personalmente i panni di Francesca, il poeta e sociologo turco Tuğrul Tanyol (24 maggio), docente presso l’Università Yeditepe di Istanbul, e il medico e ricercatore portoghese Maria do Sameiro Barroso (31 maggio).

Il progetto “Dante, terzine from the world” è a cura di Laura Garavaglia, poetessa, traduttrice, presidente del festival internazionale di poesia Europa in versi. Alla fine della rassegna tutti i video, con i contributi aggiuntivi di Roberto Galaverni, critico letterario del Corriere della Sera, e della stessa Garavaglia, saranno montati in un documentario che verrà proiettato durante l’undicesima edizione del festival, prevista il prossimo ottobre.

 

Dante_terzine_from_the_world
Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − dodici =