Quirinale, il Presidente Mattarella conferisce a Edith Bruck la Gran Croce al merito della Repubblica

di Valerio De Luca |

Giovedì 29 aprile il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale la scrittrice Edith Bruck alla quale ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Edith Bruck, di recente nominata anche Consigliera centrale della Società Dante Alighieri, è autrice del libro “Il pane perduto” (La nave di Teseo), candidato al Premio Strega 2021, che narra la sua drammatica esperienza nei campi di concentramento di Auschwitz, Dachau, Bergen-Belsen.

Di origine ungherese, è nata in una povera, numerosa famiglia ebrea. Sopravvissuta alla deportazione, di cui ha reso testimonianza nelle sue opere, dopo anni di pellegrinaggio approda definitivamente in Italia, adottandone la lingua. Nel 1959 esce il suo primo libro Chi ti ama così, un’autobiografia che ha per tappe l’infanzia in riva al Tibisco e la Germania dei lager. Nella lunga carriera ha ricevuto diversi premi letterari ed è stata tradotta in più lingue. Ha sceneggiato e diretto tre film e svolto attività teatrale, televisiva e giornalistica.

Edith Bruck, commossa e onorata del riconoscimento, ha definito un dovere morale per lei il continuare a raccontare quello che ha subìto: “Oggi è più che mai attuale il mio libro ‘Il pane perduto’ scritto a oltre 60 anni dal primo. Purtroppo oggi c è ancora discriminazione, odio, disprezzo per il prossimo non riconoscendo i diritti di ogni essere umano, di ogni razza e colore, io lotto per questo, ho sofferto la discriminazione e sento su di me il peso di tutte le discriminazioni e sofferenze perché so bene cosa vuol dire”.

(credit foto in alto Quirinale.it)

Schermata 2021 04 30 alle 09.20.12
Edith Bruck con il Segretario Generale della Dante Alessandro Masi, durante la presentazione della piattaforma Dante.global