Alessandria celebra Napoleone e Marengo, lì dove è nato il mito e la leggenda

di redazione |

Mercoledì 5 maggio ricorre il bicentenario della scomparsa di Napoleone Bonaparte e la città di Alessandria si prepara alla ricorrenza attraverso eventi che ripercorrono la storia, l’arte, percorsi turistici napoleonici.

Il legame della città di Alessandria con Napoleone è indiscutibile. Molte sono le città italiane segnate dal passaggio, fisico o spirituale di Bonaparte, Imperatore dei francesi e “Re d’Italia”, ma Alessandria e la battaglia vittoriosa di Marengo del 14 giugno del 1800, crearono il mito e resero leggendario il condottiero più famoso della Storia.

E’ questo che distingue Alessandria dalle altre città italiane e straniere: Alessandria ha Marengo e Marengo vuol dire la Vittoria fortunata che lo consacrò Imperatore. Una battaglia iniziata sotto i peggiori auspici e che in poche ore cambiò la storia del mondo, non solamente quelle della Francia o dell’Italia – per la grande histoire – fu la battaglia che aprì la strada che condusse all’Impero e cambiò il destino delle nazioni.

In quegli anni si razionalizzò l’assetto della città e si formarono architetti e ingegneri che trasformarono Alessandria dandole l’aspetto che ha ancora oggi. Napoleone rimase sempre legato al ricordo di Marengo immortalata nel suo immaginario personale per tutta la sua vita. Quando andrà in esilio porterà con sé il mantello che indossava quel 14 giugno e fu quello il manto che lo avvolse quando morì. Il ricordo assoluto fino a quando esalò il suo ultimo respiro fu Marengo, parlava di Marengo in continuazione, battezzò col nome “Marengo” il suo cavallo preferito, l’arabo grigio eternato nei quadri.

Il Comune di Alessandria, inoltre celebra ogni anno l’evento storico con una spettacolare rievocazione della battaglia, aperta al pubblico. Quest’anno l’evento avrà luogo il 14 giugno, che coincide con i 220 anni dalla battaglia, con oltre 100 rievocatori provenienti da diversi Paesi europei, che indosseranno le uniformi dell’epoca, muniti di fucili e pistole, oltre ai maestosi cavalli con tanto di cavalieri che sfileranno negli ampi luoghi aperti di battaglia.

Cosa vedere oggi nei luoghi della battaglia preferita di Napoleone:

Il Marengo Museum – www.marengomuseum.it

Villa Delavo

Il ponte sul Bormida

Palazzo Ghilini

La Cittadella di Alessandria

Per info:
Città di Alessandria
Cultura e Promozione della Città
Servizio Cultura, Eventi e Manifestazioni/Fototeca
Tel. 0131-515764
www.comune.alessandria.it