fbpx

Tutto pronto per la finale del PREMIO “BIELLA LETTERATURA E INDUSTRIA”

di Valerio De Luca | Chiose
Condividi su

Sabato 17 ottobre, alle 17 si terrà l’incontro di presentazione dei cinque finalisti della XIX edizione del Premio Biella Letteratura e Industria.

Sarà un evento online, aperto a stampa e pubblico a cui si potrà accedere cliccando qui sulla pagina ufficiale Facebook del Premio, e sarà disponibile successivamente sul sito www.biellaletteraturaindustria.it.

All’incontro, moderato dalla giornalista Serena Uccello, parteciperanno Paolo Piana, presidente Premio Biella Letteratura e Industria, e Pier Francesco Gasparetto, presidente Giuria Premio Biella Letteratura e Industria.

Il Premio Biella Letteratura e Industria non si ferma”. Lo aveva annunciato mesi fa il presidente Piana, e seppure con qualche difficoltà, anche la tappa di incontro con i finalisti, un evento particolarmente atteso dalla comunità biellese, è stato confermato e rinnovato, grazie a un nuovo format.

Durante la serata infatti, oltre alle interviste del Presidente della Giuria, Pier Francesco Gasparetto, sono stati previsti numerosi collegamenti con i rappresentanti delle istituzioni partner e degli sponsor, ma anche con lettori, studenti, membri di Giuria, e tutti saranno invitati a porre domande ai finalisti e a dialogare con loro, seppure a distanza.

Ricordiamo i finalisti:

Michele Ainis, con Demofollia. La Repubblica dei paradossi (La nave di Teseo) scrive un saggio lucido e sferzante che mette in luce tutte le incongruenze, i cortocircuiti, le manchevolezze e i paradossi di un sistema democratico che, per essere rimesso in sesto, va prima analizzato e compreso. 

Maria Paola Merloni, con Oggi è già domani. Vittorio Merloni vita di un imprenditore (Marsilio) racconta la storia del padre e della sua azienda, una testimonianza viva, un modello di ispirazione per il coraggio delle scelte, la passione per il lavoro, la responsabilità verso il bene collettivo.

Adriano Prosperi, con Un volgo disperso. Contadini d’Italia nell’Ottocento (Einaudi) descrive la subalternità della realtà contadina nella storia europea dei secoli scorsi e racconta di una classe cancellata dalla cultura dominante, rappresentata attraverso inchieste, statistiche e topografie sanitarie.

Luca Ricolfi, con La società signorile di massa (La nave di Teseo) introduce una nuova, forse definitiva, categoria interpretativa, che scardina le idee correnti sulla società in cui viviamo.

Salvatore Romeo, con L’acciaio in fumo. L’Ilva di Taranto dal 1945 a oggi. (Donzelli) ripercorre una vicenda in cui storia economica e storia d’impresa, storia urbana e storia ambientale, storia politica e storia sociale si intrecciano facendo emergere il racconto di una città e della sua interazione con la fabbrica.

L’evento sarà anche un importante occasione di incontro, seppure virtuale, con gli studenti interessati a partecipare al Concorso “Una domanda per autore”, sostenuto dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese e Città Studi Biella, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Biella e della Provincia di Biella e la collaborazione di VideoAstolfo sulla Luna per gli studenti.

Il progetto nasce dalla volontà di fare sentire gli studenti “protagonisti” di cultura, in un evento collegato al premio a loro espressamente dedicato, e di promuovere la conoscenza e la lettura delle opere finaliste della XIX edizione del premio tra i giovani.

La cerimonia conclusiva con la proclamazione del vincitore della XIX edizione del Premio Biella Letteratura e Industria si terrà sabato 21 novembre.

Il “Premio Biella Letteratura e Industria”, è promosso e finanziato da Città Studi Biella con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e del Comune di Biella, nell’ambito delle iniziative di Biella Città Creativa dell’Unesco. Collaborano al Premio l’Associazione l’Uomo e l’Arte, Teatrando, la compagnia Carovana e la Società Dante Alighieri. Dal 2016 il Premio ha come partner i Rotary Club del Biellese e, dal 2019, il Lions Bugella Civitas. Il Premio è sponsorizzato dalla ditta Lauretana, dalla società di servizi Yukon, dalla società di comunicazione OrangePix, dall’azienda tessile Vitale Barberis Canonico e dal Banco BPM.

Con questo appuntamento prende il via anche la collaborazione con “Scrittori a domicilio”, un format social nato nel marzo 2020 in pieno lockdown. Scrittori a domicilio è la prima rete di presentazioni virtuali di scrittori e scritture, ed è stato ideato con l’obiettivo di trasferire sui social media quanto accade nelle presentazioni reali. Una comunità che in otto mesi di programmazione in rete ha raggiunto 13.000 iscritti.

Il Premio Biella Letteratura e Industria, presieduto da Paolo Piana, rappresenta un unicum in Italia perché ricerca e premia opere che uniscono l’indagine sul mondo industriale all’istanza letteraria, e che si pongono specificamente l’obiettivo di raccontare modelli di trasformazione della società italiana con riferimento generale alla realtà socioeconomica e alla cultura dell’impegno, del rischio di impresa, dei valori come l’imprenditorialità.

Il Premio è destinato a un’opera di autore italiano o straniero in traduzione italiana, e ad anni alterni premia opere di Narrativa o Saggistica.

In questa edizione 2020 il premio viene assegnato ad un’opera di saggistica pubblicata tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2019.

All’autore dell’opera vincitrice verrà assegnato un premio di Euro 6.000, mentre ai quattro finalisti un premio di Euro 1.000.

L’iniziativa rientra nella Settimana della Cultura di Impresa, manifestazione nazionale promossa da Confindustria.

LA LOCANDINA DELL’EVENTO -> locandina

Condividi su

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − sette =