fbpx

Libri della Settimana (sezione scienza)

di redazione | Libri
Condividi su

La redazione della Società Dante Alighieri segnala per i Libri della Settimana – sezione scienza – il volume a cura di Laura Zavatta “Costituzionalismo e oggettività etica del diritto” (Giappichelli editore).

Per l’attualità, l’originalità, la completezza e la scientificità della tematica trattata, questo testo è stato richiesto ed è consultabile in più di 400 biblioteche del mondo, come si può evincere cliccando sul link: https://www.worldcat.org/title/costituzionalismo-e-oggettivita-etica-del-diritto-dworkin-dopo-hart-una-rilettura/oclc/1014448203
Sinossi

La teoria “costituzionalistica” di Ronald Dworkin, nella riflessione contemporanea, è ritenuta comunemente una tra le più significative ricostruzioni post-positivistiche del diritto. Circostanza che l’ha resa oltremodo famosa, ponendola per anni al centro dell’attenzione giuridica e filosofica internazionale, è stata senz’altro la disputa che l’allievo americano ha avuto con il suo maestro britannico Hart sul modo di intendere il diritto.
Ancora oggi ferve la polemica sugli argomenti discussi, nonostante entrambi i pensatori abbiano lasciato ormai da tempo questo mondo e il suo intenso interrogarsi su questioni spesso irrisolvibili.

Quali sono gli elementi che costituiscono il diritto, i fatti sociali o i principi morali? Dworkin ritiene si possa dimostrare che alla base del diritto ci sono i principi morali. La scuola di Hart, invece, investita da una vivace polemica anti-positivista, reagisce sostenendo che Dworkin non sia in grado di supportare sufficientemente questa sua affermazione. Il volume “Costituzionalismo e oggettività etica del diritto.
Dworkin dopo Hart. Una rilettura” di Laura Zavatta, analizza queste due visioni del diritto e il loro successivo evolversi.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 12 =