fbpx

Dante settecento anni dopo 1321 – 2021

Pezzi d'Italia

Date evento

19 Febbraio 2020 - 19 Febbraio 2020

Comitato

Potenza (Italia)

Indirizzo

Via Cesare Battisti, Potenza, PZ, Italia

Dante settecento anni dopo 1321 – 2021
Condividi su

Mercoledì 19 febbraio 2020, alle ore 17,30 nel Palazzo della Cultura, in Via Cesare Battisti, incontriamo lo storico e critico letterario, l’amico Giovanni Caserta autore del saggio “Dante settecento anni dopo 1321 – 2021” Villani Editore, dicembre 2019”.

         Stefania D’Ottavio,  Assessore alla Cultura del Comune di Potenza, come sempre è con noi per salutarci e testimoniare la valenza culturale delle nostre attività; Rocco Mentissi, Docente di Storia e Filosofia nel Ginnasio Liceo Statale “Quinto Orazio Flacco” di Potenza, tratta il tema “L’uomo tra sete di verità e saggia misura (XVI Canto, Inferno); Don Cesare Mariano, Sacerdote, argomenta su “Dante:  genio della teologia cristiana”; L’editore Franco Villani e l’autore delle illustrazioni  Franco Carella, con i loro interventi, arricchiscono la manifestazione che si avvale inoltre della collaborazione dell’Associazione degli ex Consiglieri Regionali.

Giovanni Caserta, noto e apprezzato per l’acribìa che lo contraddistingue, studioso e promotore di cultura locale, con questa sua pregevole sinossi affronta la sfida della divulgazione della cultura italiana ed esalta la poesia eternatrice di fatti e personaggi della Divina Commedia.

Tale manifestazione e quelle che a breve seguiranno sono celebrative del Dantedì, giornata ufficiale di festa proposta da Paolo Di Stefano con un corsivo del Corriere della Sera dal titolo “Dante è la nostra identità. Istituiamo la sua Giornata”. Il Dantedì, ovvero il 25 marzo, data di inizio secondo alcuni studiosi del viaggio ultramondano di Dante, potrebbe diventare non solo un appuntamento annuale nel nome dell’arte e della bellezza, ma un’occasione per avvicinare le nuove generazioni e il pubblico popolare al Sommo Poeta e alle più aggiornate ricerche storico-filologiche.

Condividi su

Leggi articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =