La Sicilia di Titone e Sciascia, trent’anni dopo

Pezzi d'Italia

Date evento

23 Novembre 2019 - 07 Dicembre 2019

Comitato

Castelvetrano (Italia)

Indirizzo

Mazara del Vallo, Teatro “Garibaldi”

La Sicilia di Titone e Sciascia, trent’anni dopo
Condividi su

Trent’anni fa, nel 1989, ci lasciavano a distanza di pochi mesi due tra i più grandi pensatori italiani di Sicilia: Virgilio Titone e Leonardo Sciascia.

Per ricordarne l’opera e sondare l’attualità della loro lezione, si terranno due dense giornate di studi, organizzate dalla Dante di Castelvetrano e dall’Istituto Euroarabo di Mazara del Vallo, con il contributo dell’UIF Unione Italiana Fotoamatori e il patrocinio del Club per l’UNESCO di Castelvetrano Selinunte e del Rotary Club Castelvetrano Valle del Belice.

Sabato 23 novembre 2019, alle ore 16:30, nell’Aula Magna del Liceo Classico di Castelvetrano, avrà luogo il primo appuntamento sul tema “La Sicilia di Titone e Sciascia”. Ai saluti introduttivi della Dott.ssa Gaetana M. Barresi (Dirigente Scolastico dei Licei “Cipolla – Pantaleo – Gentile”) e dei Presidenti delle associazioni promotrici, seguiranno gli interventi di Rosario M. Atria, Antonino Cangemi, Francesco S. Calcara. Coordinerà i lavori e trarrà le conclusioni Giuseppe L. Bonanno.

Sabato 7 dicembre, alle ore 17:30, presso il Teatro Garibaldi di Mazara del Vallo, con il patrocinio della Civica Amministrazione, sarà la volta di Salvatore Mugno e Giuseppe Bongiorno, all’interno di un pomeriggio culturale pensato e promosso da Antonino Cusumano e Vincenzo M. Corseri, coordinato da Rosario M. Atria e arricchito da letture di pagine significative tratte dai lavori di Sciascia e Titone ad opera di Ermelinda Palmeri. In entrambe le occasioni, al racconto per parole sarà affiancato quello per immagini: attraverso la mostra fotografica predisposta da Leonardo Corseri e i diaporami di Ezio Castrenze Fiorenze e Vincenzo Agate dell’UIF, sarà ricostruito il profilo più intimo e privato di Virgilio Titone, non disgiuntamente da quello dello studioso impegnato nel dibattito culturale e civile del suo tempo.

Per la selezione e la concessione dei molti materiali inediti che verranno proposti, gli organizzatori ringraziano di cuore la figlia Lucia che, con la consueta disponibilità, ha rintracciato negli archivi paterni fotografie, cartoline, lettere, appunti, taccuini di grande interesse e pregio documentale.

Condividi su

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + tre =