SLIM2019 a Città del Capo con Massimo Arcangeli e Mogol

di Redazione | #SLIM19, Chiose
Condividi su

Per la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo quest’anno la Dante di Città del Capo ha messo a frutto importanti collaborazioni con le istituzioni locali per realizzare due ottimi eventi di grande impatto.

Il primo evento in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria il 24 ottobre, ha proposto una serata con il professor Massimo Arcangeli con il suo seminario/spettacolo dal titolo “1000 anni di nuove parole”. Arcangeli ha ripercorso con la partecipazione di un pubblico attento la formazione dei neologismi nei millenni di tradizione linguistica italiana, inoltrandosi in modo avvincente e davvero curioso nella formazione di molte parole a noi note. Arcangeli ha poi condotto un incontro di formazione il 25 ottobre con i docenti della Dante di Città del Capo.

arcangeli
Massimo Arcangeli

Il secondo evento è nato da un progetto del Consolato d’Italia a Città del Capo che ha deciso di celebrare la lingua e cultura italiana chiamando a partecipare anche la Società Dante Alighieri, presentando una serata dedicata alla musica italiana in compagnia di Mogol (Giulio Rapetti) come ospite d’onore. La serata intitolata “…E mi arriva il mare…” si è svolta il 30 novembre al Center for the Book di Città del Capo, di fronte ad un pubblico partecipe e commosso. Il Maestro ha tenuto una breve lezione sulla storia del pop seguita poi dall’esecuzione di alcuni suoi brani più celebri interpretati dal gruppo locale Gli Stranieri. Mogol tra un brano e l’altro si è lasciato intervistare sul palco dalla presidente della Società Dante Alighieri, Simonetta De Paoli rispondendo ad alcune domande chiave sulla sua vita, la sua carriera e sulla genesi di alcuni dei suoi testi più famosi. Il gran finale ha visto un pubblico entusiasta cantare insieme al Maestro due dei suoi più grandi cavalli di battaglia “Il mio canto libero” e “La canzone del sole”. Il 31 ottobre la Società Dante Alighieri ha avuto ospite Mogol in veste di poeta e creatore di aforismi. Alle 11h30 il Maestro è arrivato in visita alla sede della Dante dove studenti, insegnanti e alcuni invitati d’eccezione lo hanno accolto con una serie di ‘nuvolette’ con frasi tratte dai suoi brani più famosi. A Mogol è stata poi intitolata un’aula della scuola e subito dopo si è tenuta una presentazione dei suoi due libri di aforismi “Le ciliegie e le amarene” e “Le arance e i limoni” pubblicate da Minerva Edizioni.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × due =