[FOTO] Leonardo Vincit a Genk

di Andrea Ciarlariello | Chiose, Photo Gallery
Condividi su

Per celebrare il cinquecentenario della scomparsa di Leonardo da Vinci, il Comitato di Genk ha organizzato un evento interdisciplinare per raccontare il grande artista, simbolo del Rinascimento fiorentino, attraverso le storie, le immagini, le note e i sapori. Come è noto Leonardo non fu solo un pittore, non si occupò semplicemente di stendere del colore. La grandezza di da Vinci sbocciò in molti campi, grazie alla sua inesauribile curiosità. A causa dell’immensa mole di opere, scritti, schizzi, invenzioni, scoperte, intuizioni, capaci di anticipare di centinaia di anni i nostri tempi moderni, abbiamo da subito compreso che nella volontà di poterlo degnamente commemorare avremmo dovuto ripercorrere il suo Modus Operandi. Così, come egli stesso fece con l’Uomo Vitruviano, anche noi abbiamo inserito il concept in un cerchio, un abbraccio capace di toccare ognuna delle passioni che contribuì a rendere Leonardo da Vinci un vero Anno Domini dell’arte, non solo italiana. Abbiamo pensato di allestire una sorta di piazza, un luogo immaginario che avrà il suo sguardo come obelisco. Un viaggio nella cultura e nei sensi capace di far luce su alcuni dei misteri della vita e dell’opera del Maestro. Stimati professionisti ci accompagneranno a passeggio nella mente di un genio.

Il Dott. Daniele Gennaro, psichiatra, ha offerto le chiavi dello scrigno della mente di Leonardo, attraverso un’analisi delle sue caratteristiche e dei suoi umori, Alice Claudia Lenaz, docente di Storia dell’Arte e artista, farà luce sui misteri e sulle verità che da sempre orbitano attorno alla figura di Da Vinci.

È stato previsto altresì un breve concerto dal vivo, ad opera del compositore Wouter Bongearts, una composizione inedita dedicata al Maestro dal titolo “Reinventato…un omaggio a Leonardo”, basato su alcuni pentagrammi manoscritti, estratti dal Codice Atlantico. L’evento è stato inserito nella splendida cornice offerta dalla collezione di opere contemporanee, nate proprio per questa occasione, ispirate e dedicate alle tecniche e alle tematiche care all’artista toscano.

7 gli artisti in expò: Simone Alfarone, Chiara Bianca Corradi, Anita Libera Corsi, Alice Claudia Lenaz, Alex Raso, Giorgia Scioratto,  Mathy Engelen. Al termine delle conferenze e del concerto si aprirà il sipario sui sapori italiani, con la Venerabile Compagnia dei Quochi, presidiata dallo Chef Angelo Mazzi. Il team di chef italiani cucinerà una cena rinascimentale, il vero gusto della storia. La Venerabile esiste a Firenze dalla fine del 1400, fra i membri del consiglio, nei documenti originali dell’epoca, compare proprio il nome di Leonardo da Vinci, grande appassionato del gusto.

L’evento LEONARDO VINCIT è stata un’ottima occasione per entrare in contatto con una personalità fra le più determinanti della storia, un genio a tutto tondo, un esempio per ognuno. L’evento è stato reso possibile grazie all’organizzazione della Società Dante Alighieri Comitato di Genk, in collaborazione con Stad Genk, con Taste Italy, ente divulgatore della cultura e dei sapori italiani, attraverso il supporto del magazine Buonissimo, il quale si occupa della promozione del territorio italiano, dagli itinerari, al gusto con sempre maggiore attenzione all’aspetto divulgativo e culturale.

 

Condividi su

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − sette =