D’Annunzio torna a Pescara

di Emanuela Gregori | Chiose
Condividi su

Dal 7 al 15 settembre, una settimana di spettacoli, incontri, mostre, concerti e degustazioni per celebrare i 100 anni dall’impresa di Fiume.

Ci sarà spazio per la musica, per l’arte, per la storia, per la letteratura, per la gastronomia e anche per lo spettacolo alla “Festa della Rivoluzione”. Il titolo della manifestazione pescarese che omaggerà il genio di d’Annunzio a 100 anni dall’impresa fiumana è stato mutuato da quello del saggio di Claudia Salaris, la studiosa che parteciperà al Convegno conclusivo “100 anni dall’Impresa di Fiume” (con Giordano Bruno Guerri, Claudia Salaris, Giuseppe Parlato, Stefano Trinchese, Antonio Fares). I luoghi dannunziani del capoluogo adriatico si animeranno per sette serate con letture, mostre, spettacoli, aperitivi letterari con chef stellati a partire con l’anteprima del 6 settembre in piazza Muzii a Pescara e si concluderà il 15 settembre con un gran concerto nel piazzale dell’Aurum, la storica distilleria di liquore. Il programma sul sito www.dannunzioweek.it è in continuo aggiornamento, e tra i nomi di spicco si leggono Vittorio Sgarbi, Michele Placido, Mogol, Enrico Ruggeri, Giordano Bruno Guerri, Edoardo Sylos Labini, passando per i fumettisti Carmine Di Giandomenico, Andrea Scoppetta.
La kermesse è stata anticipata da una campagna di comunicazione a livello locale che ha posto l’accento sulle innovazioni linguistiche apportate dal Vate al vocabolario italiano. Parole, motti ed espressioni legate al mondo dell’avanguardia futurista, ma tutt’ora in uso, hanno ricordato ai cittadini pescaresi la genesi dannunziana attraverso poster e manifesti.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − dieci =