I libri della settimana: Nembrini-Dell’Otto, Belfanti, Piccolo

di Valerio De Luca | Libri
Condividi su

Anche questa settimana la Redazione della Dante consiglia una selezione tra narrativa e saggistica di autori italiani.

InfernoSchermata 2019 06 14 alle 11.09.15

Franco Nembrini, Gabriele Dell’Otto
Mondadori
704 pagine, 28 euro

Franco Nembrini, da anni, tiene per tutta l’Italia un ciclo di lezioni su Dante e la Commedia. Alla fine di uno di questi incontri, a Roma, Nembrini è stato avvicinato da un ragazzo che gli ha detto che le sue parole gli avevano cambiato la vita. Questo ragazzo era Gabriele Dell’Otto, uno dei più importanti disegnatori del mondo, artista di punta delle due grandi casi editrici americane di supereroi, Marvel e DC. È nato così un progetto che è anche un sogno. Rivestire la Divina Commedia per portarla al grande pubblico, nel millennio che è appena iniziato. Dopo l’introduzione di Alessandro D’Avenia, ogni canto ha un’introduzione alla lettura scritta da Nembrini, il testo originale di Dante e, a fronte, una parafrasi in italiano contemporaneo, e una riproduzione delle meravigliose tavole di Gabriele Dell’Otto che illustrano il contenuto del canto. Un grande progetto, che continuerà, ovviamente, con Purgatorio e Paradiso.

Franco Nembrini (1955) oggi gira il mondo a parlare a chiunque lo inviti di Dante, educazione e delle altre sue passioni letterarie. Tutti i suoi libri (Dante poeta del desiderio, 3 voll. Itacalibri 2011-13; Di padre in figlio, Ares 2011, Miguel Manara, Centocanti 2014; In cammino con Dante, Garzanti 2017) hanno origine da questi mille incontri, e negli ultimi anni dalla collaborazione con Tv2000.

Gabriele Dell’Otto (1973) è considerato uno dei più importanti disegnatori di fumetti del mondo. Stabile la sua collaborazione con Marvel e DC, ha disegnato tavole e copertine con tutti i più noti supereroi, da Batman a Spiderman. Al Lucca Comics ogni anno migliaia di fan si affollano al suo stand per avere una sua tavola autografata.

Storia culturale del Made in ItalySchermata 2019 06 14 alle 11.09.37

di Carlo Marco Belfanti
Il Mulino
22 euro, pp. 256

Alto artigianato, tradizione di eccellenza, senso del bello: è questo in sintesi ciò che si intende per Made in Italy. Realtà o mito, questa immagine ha una storia, ed è quella raccontata nel libro, che prende le mosse dalla straordinaria fioritura artistica del ’4-500, per raccontare come nel ’6-700 i viaggiatori stranieri che visitano l’Italia riconoscano in essa la patria dell’arte. Nell’Ottocento gli storici danno forma a un’idea di Rinascimento che si diffonderà soprattutto in America, alimentando un forte collezionismo di oggetti e opere d’arte italiane. Nel secondo dopoguerra la nascente industria della moda italiana, alla ricerca di un suo spazio nel mercato dominato dalla haute couture francese, si ricollegherà con successo al mito dell’eccellenza rinascimentale, sinonimo di prestigio e di sapienza artistico-artigianale.

Carlo Marco Belfanti è professore ordinario di Storia economica nell’Università di Brescia. Tra i suoi libri «Maglie e calze. Moda e innovazione nell’industria italiana della maglieria dal Rinascimento a oggi» (Tre Lune, 2005) e «La moda», Annale della Storia d’Italia Einaudi, curato con F. Giusberti (2003). Con il Mulino ha pubblicato «Civiltà della moda» (nuova ed. 2017).

QUALCOSA DA DIRE sull’amore e non solo…Schermata 2019 06 14 alle 11.08.59

di Enza Piccolo
Florestano edizioni
pp. 144, 13 euro

Le protagoniste del libro mettono in campo dubbi, domande, riflessioni sul potere costituito che sfidano per costituirsi come soggetti dotati di pensiero e di forte volontà. Volgendo lo sguardo su se stesse e sul mondo dialogano con l’Altro mettendo a nudo ambivalenze, contraddizioni e frustrazioni. Ogni voce fa da eco alle altre, e tutte insieme creano una musica mutevole come mutevoli sono gli umori delle donne. Per superare le passioni tristi cercano una via d’uscita seguendo la legge del desiderio che è flusso di energia inarrestabile. Il desiderio di libertà è gioia, anche se la gioia senza macchia e senza limiti porta spesso all’autodistruzione.

Enza Piccolo è autrice di testi teatrali, racconti e romanzi. Dopo il buio (Ed. Manni); Il viaggio di Chiara (Ed. Bonanno); Bloomsbury, Le nuvole non sempre le puoi guardare, Con Lydia, Eleonora Fonseca Pimentel, 4 Donne e la storia, Sconfinamenti (Ed. Il Raggio Verde); Cassandra, Sibille contro la guerra, Donne del Novecento, La partenza, L’ombra del passato (Ed. Rotas).

Condividi su

Leggi articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =