LA GIURIA DEL COMITATO DI MADRID VOTA IL PREMIO STREGA 2019

di Emanuela Gregori | Chiose, Photo Gallery
Condividi su

In attesa di proclamare l’Autore Strega votato dalla Dante, il Comitato di Madrid annuncia le preferenze espresse dal circolo dei lettori.

Hanno avuto tempo per leggere, confrontarsi e scegliere i lettori del circolo di Madrid organizzato dal comitato locale della Dante per partecipare alle votazioni dell’edizione 2019 del Premio Strega. I dodici libri in lizza sono passati al vaglio della giuria composta da: Chiara Cappuccio, Donatella Danzi, Rachele Facchi, Vicente González Martín, Mirella Marotta, Alberto Ojeda, Aldo Olcese, Marco Nicassio, Ángel Villarino, Salvatore Bartolotta e Marco Trombetta (questi ultimi due non presenti, hanno comunicato il loro voto per corrispondenza). La riunione è stata presieduta da Donatella Danzi, Presidente del Comitato di Madrid della Società Dante Alighieri, e si è svolta nel Palacio de Altamira, sede dell’Istituto Europeo di Design di Madrid, con l’appoggio della Direttrice Giuseppina Lara e la presenza di Simona Bonamici, Elisabetta Murgia e Claret Pontier e di Martina Barca e Roberto More Danzi del Comitato di Madrid.

Ha assistito alla riunione anche il giornalista italiano Mauro Bafile, Direttore di “La voce d’Italia”, il quotidiano degli italiani in Venezuela fondato nel 1950 da Gaetano Bafile.

La potenza evocativa della scrittura di Valerio Aliolli – dichiarano da Madrid – gli è valso a pieno titolo il primo posto, seguito a ruota da Lux di Eleonora Marangoni e da M. Il figlio del secolo di Antonio Scurati.

A pochi giorni dalla uscita della cinquina del Premio Strega 2019, il 12 giugno (oggi verrà reso noto il voto del Premio Strega Giovani), si moltiplicano i pronostici e le previsioni che darebbero presenti al Ninfeo per la serata stregata Antonio Scurati con il suo ‘Il figlio del secolo’ (Bompiani) e Marco Missiroli con ‘Fedeltà’ (Einaudi), che vox populi dava inizialmente come vincitore.

Quello di quest’anno è lo Strega che ha visto non soltanto il numero record di presentazioni alle candidature (ben 57!) ma anche l’edizione con pluricandidature per diversi marchi editoriali e con più presenze femminili (7 autrici in dozzina).

Condividi su

Leggi articolo precedente

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 5 =