La Giornata della Dante a Cosenza

di Valerio De Luca | Giornata della Dante 2019, Pezzi d'Italia
Condividi su

Il Comitato di Cosenza ha celebrato la GIORNATA della DANTE nell’Auditorium della Casa della Musica, in collaborazione con l’IIS Lucrezia della Valle e con il Conservatorio musicale “Stanislao Giacomantonio”.
La Giornata si è aperta con il video saluto del Segretario Generale, dott. Alessandro Masi cui è seguito ad opera di un quartetto d’archi del Conservatorio la esecuzione di un ALLEGRO CON BRIO del Maestro Salvatore De Paola che ha curato la parte musicale della manifestazione. Dopo il saluto della presidente del Comitato che ha spiegato il significato di questa giornata dedicata alla chiusura del PROGETTO DANTE realizzato con gli studenti del Lucrezia della Valle, durante l’anno 2018-2019, hanno preso la parola la Preside del Liceo Lucrezia della Valle e, a nome del Direttore del Conservatorio, Maestro Giorgio Feroleto, il Maestro Angelo Guido. Sono seguiti il saluto del Segretario particolare di S.E. l’Arcivescovo di Cosenza e Bisignano, don Pasquale Panaro, il saluto, per il Sindaco fuori sede, della Presidente della Commissione Cultura del Comune di Cosenza, dott.ssa Alessandra De Rosa, e il giovane Matteo Colla, presidente del Gruppo giovanile. Dopo i saluti istituzionali, l’esecuzione di un’AVE MARIA, composta ed eseguita dal Maestro De Paola e cantata dal soprano Alessandra Mandarino. A questo punto la relazione della dott.ssa LIVIA BLASI, giornalista RAI, volto noto del TG3, sul tema DANTE CREATORE DI UNA LINGUA CHE “FUNZIONA” ANCORA: una vera lectio magistralis che ha letteralmente sedotto i trecento o più studenti del Liceo della Valle coinvolti nel Progetto Dante, i docenti, i numerosi intervenuti tra soci del Comitato e presidenti di associazioni. Dopo un intermezzo musicale con musica di Chopin eseguito dal quindicenne pianista Daniele De Paola, vero ragazzo prodigio, studente del primo superiore del liceo e alunno del Conservatorio musicale, la prof.ssa Maria Sergio ha brevemente tratteggiato a chiusura del progetto alcuni aspetti della modernità di Dante. A conclusione, la presidente ha voluto fare una sorpresa al giovanissimo segretario dell’Arcivescovo, don Pasquale Panaro, musicista anche lui , affidando al maestro De Paola ed al soprano Alessandra Mandarino, l’esecuzione del brano composto, per organo e coro, dal Panaro appositamente per il Comitato Dante Alighieri, su testo della preghiera della Vergine del canto XXXIII del Paradiso. In chiusura del mese mariano, la Giornata si è così aperta ed è terminata nel nome di MARIA. A questo punto è seguita la distribuzione di targhe offerte dalla Gioielleria SCINTILLE MONTESANTO legate al PROGETTO DANTE , attestati ai musicisti e attestati di socio onorario richiesti alla Sede Centrale per autorità e sponsor . Ha coordinato i lavori il professore Alberico Guarnieri del Liceo Lucrezia della Valle ed è intervenuto lo stesso DANTE, interpretato dallo studente universitario Antonio Di Cori, che ha distribuito ad ognuno degli studenti la tessera realizzata appositamente per loro di AMBASCIATORE DELLA LINGUA ITALIANA. All’ingresso della sala dell’Auditorium è stato approntato, a cura di due volontari dell’ENSI, ente che ci segue negli eventi importanti, un tavolo con stampe, copie delle riviste Pagine e Apice, libri, cofanetti del Viaggio con Dante, a dimostrazione delle produzioni della Società Dante Alighieri.
Il Comitato non può che essere soddisfatto della riuscita della edizione 2019 della GIORNATA DELLA DANTE.
Maria Cristina Parise Martirano

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =