VIDEO Henry James su Tintoretto nel libro di Rosella Mamoli Zorzi

di Valerio De Luca | Libri
Condividi su

In occasione dei 500 anni dalla nascita del Tintoretto, la prof.ssa Rosella Mamoli Zorzi, che ricopre tra l’altro il titolo di Presidente del Comitato Dante di Venezia, ha scritto un libro sulle straordinarie doti artistiche del celebre pittore, partendo dal punto di vista del grande scrittore Henry James.
In questa antologia si offre al lettore quanto egli scrisse su Tintoretto, dalla sua prima visita a Venezia (1869), quando, come Ruskin più di vent’anni prima, rimase folgorato dalla potenza del pittore, fino al 1909 quando, nella “Prefazione” alla New York Edition di La musa tragica (1909), pensò alla possibilità di avere molte storie in un solo romanzo ricordando la molteplicità di storie presenti nella immensa Crocifissione della Scuola di San Rocco.
Tintoretto prese il posto di Tiziano nella considerazione del giovane scrittore, che vide in lui tutto quello che egli stesso avrebbe fatto nel corso della sua vita: l’uso rivoluzionario del punto di vista (“ti sembra non soltanto di guardare i quadri ma guardarvi dentro”), l’uso del realismo unito al simbolismo, la sperimentazione scenografica di gran de impatto teatrale.

Il volume è stato presentato giovedì 31 gennaio a Palazzo Firenze dall’Autrice, assieme al Segretario Generale della Dante Alessandro Masi.

Abbiamo intervistato i relatori dell’incontro.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × quattro =