Benevento inaugura l’anno sociale con ospite Lamberto Lambertini

di Redazione | Chiose, Photo Gallery
Condividi su

Due giornate intense quelle organizzate dalla Dante Alighieri Comitato di Benevento, il 20 e il 21 gennaio, con In viaggio con Dante, in compagnia di Lamberto Lambertini.

Il pomeriggio del 20, l’incontro si è svolto nel salone d’onore del Palazzo del Governo. Ai saluti della Presidente Elsa Maria Catapano, con il coordinamento sapiente di Anna Ciancio, sono seguite le parole di grande sensibilità e apprezzamento per la lettura dantesca e per l’arte da parte del Prefetto, il riconoscimento dello spessore del programma culturale della Dante da parte dell’assessore all’istruzione del comune di Benevento.

Una chicca musicale è stata offerta dal maestro Leonardo Quadrini con la voce soprano di Rosetta Passariello.

Ma è stato il cammino tracciato da Lambertini che ha lasciato il pubblico a bocca aperta. La magia della lettura integrale del testo, l’intensità della voce, le immagini di una Italia vera e poco conosciuta che sottendono il testo, hanno ridato a Dante e alla Commedia la forza di una modernità che talvolta si tende ad ignorare. La Commedia nella sua lettura semplice e colta ha colpito mente e cuore.

Anche la mattinata del 21, riservata a cinquecento studenti delle scuole superiori della città e della provincia, è stata di grande spessore. Lo schermo cinematografico ha abbracciato letteralmente i ragazzi sia con il canto di Paolo e Francesca e le immagini delle Pontificie Fonderie Marinelli , sia con la sintesi dell’intero poema e il viaggio nelle eccellenze e nelle bellezze d’Italia.

Una guida “turistica” sicura, quella di Lambertini/Dante che, attraverso i versi e con l’occhio dell’artista, ci rimanda alla bellezza del Poema, alla forza della lingua e alla presenza di quell’Italia delicata e sconosciuta che conserva gesti antichi nei suoi artigiani, da Palermo ad Alessandria, la suggestione dei paesaggi e dei suoi rituali magici e popolari, la forza della memoria dei suoi militi ignoti e la sublimità di quell’amore indescrivibile nel Paradiso, che solo l’amore di una madre per il proprio figlio può rappresentare.

Il coordinamento di Maria Cristina Ruggiero, l’acutezza delle domande dei ragazzi, la generosità di Lamberto Lambertini, hanno regalato una bella pagina alla scuola beneventana.

[Comunicato stampa]

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =