Enrico Mazzone e la Sistina di Rauma

di Enrico Mazzone | Ficcanaso
Condividi su

L’artista Enrico Mazzone ci racconta la sua esperienza di lavoro in Finlandia. Con il sogno di esporre in Italia e in tutto il mondo…

Nell’anno 2017 ho avuto l’idea di iniziare un progetto. E’ lungimirante e mastodontico, per l’obiettivo che mi sono posto. Ecco gli eventi per come si sono susseguiti nell’arco di 3 anni.

Nel 2014 Trovo un lavoro in Islanda come cuoco in un ristorante a Rejkiavik, per la durata di un anno. Nel 2015 sono chiamato da una residenza d’Artista a Rauma, Finlandia, e decido di partire per una durata di soli 3 mesi: da ottobre a gennaio 2016.

A Febbraio 2016 ottengo un’ulteriore residenza d’Artista a Upernavik, in Groenlandia. Il rimborso del viaggio è concesso dalla Fondazione Magneti e dal Club Lions di Giaveno. Al mio ritorno, dopo 2 mesi siderali, finito il mio lavoro sulle costellazioni, ritorno a Rauma, dove lavoro per la stagione estiva come pittore di case.

Ad ottobre 2016 ottengo dalla cartiera UPM un foglio di carta dalle seguenti dimensioni: 97 x 4 metri. Inizio dunque il mio progetto. Materiale concesso dal comune di Rauma:

– 500 matite HB; – stanza da lavoro assegnatami dal Kansalaisopisto (università popolare);

– 700 Euro dalla Meetsosatio Foundation come premio;

– 800 Euro per conto dell’Instituto Italiano di Cultura di Helsinki, grazie all’intervento di Nino Ippolito.

Il progetto è seguito da media locali e nazionali fino al raggiungimento del primo obiettivo: esporlo al Rauma Sali (Palazzo del Comune) il giorno del giubileo, che cade il 6 dicembre, il centenario d’indipendenza della Finlandia dal dominio Russo.Schermata 2018 11 29 alle 10.16.47

30 metri x 4 sono dunque finora stati compiuti nell’arco di 10 mesi, lavorando costantemente ogni giorno, eccetto i fine settimana. Il disegno è figurativo ed ha un gusto nazional romantico; la tecnica utilizzata è disegno a matita, compiuto a puntini, per ricordare la battitura di un antica incisione. L’epos nazionale, nominato Kalevala ha diversi richiami. L’esposizione ha portato in un solo ed unico giorno 600 persone, arrotondando in eccesso, dando come risultato risultato simpatia e onestà per quanto fatto. Tutti sono stati contenti e la stampa nazionale Helsingin Sannomat ha scritto un articolo in merito.

Ho pensato di continuare il disegno, e a Febbraio ho rincontrato con piacere il Prof. Sgarbi e il suo entourage in occasione della mostra di Ferrara Cavallini/Sgarbi.

Dopo aver richiesto pochi minuti di attenzione, e ringraziando quanto fatto per me finora, in termini di pazienza e supporto, mi sono permesso di fare vedere le nuove bozze per continuare infine il secondo capitolo di questa meravigliosa saga. Circa 67 metri da implementare a 97 il disegno, in due anni e mezzo di lavoro. Il comune di Rauma mi cede questo studio. E’ un fermo autostradale, ovvero una stazione di pullman. Una stanza è stata adibita per me, da 8 metri x 5.

Per info

http://www.cultfinlandia.it/a-oulu-e-a-rauma-in-mostra-i-disegni-dellartista-italiano-enrico-mazzone/ https://www.obiettivonews.it/2017/05/26/arte-dalla-finlandia-lopera-titanica-enrico-mazzone/

IMG 20161126 WA0009 (1)
Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − sei =