“La cultura italiana, la SDA e l’antisemitismo fascista” un racconto per immagini

di Redazione | Photo Gallery
Condividi su

Si è svolto nella giornata di ieri, 29 ottobre, presso Palazzo Firenze il convegno dedicato dalla Società Dante Alighieri alla memoria dei soci espulsi nel 1938 dal sodalizio, in applicazione delle leggi razziali.

Al convegno, il cui Comitato scientifico era composto dal prof. Andrea Riccardi e dal prof. Gabriele Rigano, hanno partecipato il Rabbino capo della Comunità ebraica di Roma Riccardo Di Segni, la Presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, Alessandra Tarquini della Sapienza Università di Roma, Roberto Ameruso il sindaco di Tarsia (sede di un Parco Letterario dedicato a Ernst Bernhard), Gabriele Rigano dell’Università per Stranieri di Perugia, il Presidente del Comitato della Dante di Trieste Fulvio Salimbeni, Annalisa Capristo del Centro di Studi Americani e Francesca Cavarocchi dell’Università di Firenze. Ha concluso Agostino Giovagnoli dell’Università Cattolica di Milano.

Due momenti particolarmente toccanti della giornata sono stati la svelatura della targa in memoria dei soci espulsi e il riconoscimento agli eredi di questi ultimi presenti in sala dello stato di soci perpetui della Dante.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − undici =