Verso Sud, la poesia rigenera il territorio

di Valeria Noli | Ficcanaso, Lingua
Condividi su

Si può “rigenerare un territorio con la poesia e l’arte pubblica”? Lo dice il sottotitolo-manifesto del festival Verso Sud: 12-16 settembre, Corato (Bari). Alla sua quarta edizione, questo festival biennale di arte pubblica e arti performative avrà come tema “la cura”.

Lavorare stanca

Dal bel libro di Cesare Pavese prende nome l’Associazione culturale Lavorare Stanca che propone, con il sostegno del Comune di Corato e della Regione Puglia, una rassegna dall’obiettivo ambizioso: “restituire valore culturale e simbolico ai luoghi attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea.” Si vuole raccontare un sud orientato al cambiamento e all’innovazione, oltre gli stereotipi.

Edoardo Tresoldi
Un’installazione dell’artista Edoardo Tresoldi per il festival

Anche nella raccolta di Pavese l’uomo oscilla (come in Walt Whitman, sul quale scrisse la sua tesi di laurea) tra l’esaltazione della vita nomade e quella del lavoro. In una forma di sovrapposizione tra luoghi e loro idea si snoderà il programma della manifestazione, tra eventi di poesia, teatro, musica, arti visive e perfomative. Si intende “stimolare il dialogo tra artisti e territorio, tra forme d’arte e luoghi”.

Come si fanno dialogare l’arte e i luoghi? Il festival propone di mettere in luce il genius loci degli spazi attivando letture critiche attraverso la contaminazione di atti artistici. La rassegna “street art e santità”, per esempio, proporrà “la realizzazione di opere d’arte pubblica e sacra, come le icone votive mancanti nelle nicchie, interpretate in chiave moderna”. In questa visione si intende sottolineare la relazione tra arte di strada e il sacro. Ci sarà poi l’esibizione della poetessa Claudia Fabris, aliasLa Cameriera di Poesia”, che dedicherà sue letture in versi, su richiesta del pubblico e in diversi luoghi della città. La poesia sarà portata, secondo la comunicazione del festival, per offrire “un servizio pubblico di poesia”. Ci saranno anche esibizioni musicali e performance artistiche.

Paolo Maria Cristalli
Il poeta Paolo Maria Cristalli con una sua poesia

La cura della poesia salverà il mondo?

Verso Sud si propone di “sanare le ferite e aprire lo sguardo”. La comunità di Corato intanto ha già preso una doppia dose di poesia quando, con la campagna Un Paese adotta un poeta”, ha raccolto fondi per garantire al poeta Paolo Maria Cristalli una “pensione di genitalità”. Lui, per ricambiare, ha trascritto sui muri del paese una poesia per ogni sostenitore.

I due organizzatori della rassegna (Giuliano Maroccini e Luigi Piccarreta) nel comunicato stampa dell’iniziativa ricordano infatti che «Salvare anche solo un poeta, simbolicamente significa salvare la poesia.»

verso sud

Per informazioni e per la documentazione delle edizioni passate: www.versosudfestival.it. Il programma sarà inserito prossimamente.

Condividi su

Leggi articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 14 =