Maracay: l’impronta delle donne nella Casa d’Italia

di Mariano Palazzo | Chiose
Condividi su

Giovedi 26 aprile, nell’ambito delle celebrazioni della Settimana dedicata alla Giornata del libro e alla lingua (23-27/04), si è inaugurata la nuova sede della Biblioteca della CIM (Casa di Italia di Maracay). Si tratta di uno degli spazi culturali più emblematici di questa Istituzione e porterà il nome della fondatrice e prima presidente (tra il 1996 e il 2007) del Comitato della Società Dante Alighieri del Venezuela: Cav. Margherita Cavani! Un grande onore per tutto il Comitato.

maracay1
maracay1

Il Consiglio Direttivo della CIM, nella riunione di martedì 3 aprile, ha votato e deciso all’unanimità questa designazione. Una decisione che assume un particolare significato storico,, perché l’attuale amministrazione della CIM, fondata nel 1965 e tra i Centri più prestigiosi dell’italianità del paese, per la prima volta è diretta da una donna. Dal giugno 2017 ha assunto la carica di Presidente del Centro l’Ingegnere Chimico Mirna Casinelli, cara amica e compagna nello straordinario lavoro di portare avanti e promuovere il concetto di italicità. Mirna è anche l’attuale tesoriere della Federazione delle Associazioni Italo venezuelane, FAIV ed è Direttivo del Comitato degli Italiani all’Estero, COM. IT.ES

Il Consiglio Direttivo della CIM ha dunque voluto denominare la sua Biblioteca Cav. Margherita Cavani. Mirna Casinelli, lo ha ricordato nel suo discorso, non ha esitato a sostenere la proposta, giunta dal Presidente degli abruzzesi in Aragua, Pier Luigi Michelangelo . Subito la sua idea è stata sostenuta all’unanimità da tutti gli altri membri (1). Per il Comitato Dante questo rappresenta il giusto e meritato riconoscimento ad una donna straordinaria che ha dedicato, e dedica, la sua vita alla promozione della lingua e cultura italiane in Venezuela, e dedica il suo tempo a formare ed educare cittadini con altissimi valori e norme di convivenza per costruire una migliore società. Da più di vent’anni è nel dipartimento di italiano della Scuola Giovanni XXIII, unica in Aragua ad impartire la lingua e la cultura italiane.

La Biblioteca della Casa d’Italia a Maracay

La CIM  è stata uno dei primi enti, nel sistema dei centri italo venezuelani, ad avere una biblioteca dove raccogliere la propria collezione di libri, che va dai classici ad autori contemporanei, sia in spagnuolo che in italiano. Oltre alla sala di lettura, i soci possono godere della lettura anche attraverso un prestito. L’iniziativa è stata motivata 30 anni fa dall’attuale Direttrice di Cultura del Club, Prof.ssa Evelyn Ranauro Borges, che l’ha diretta nei suoi primi anni.

Il quantitativo di volumi,  andato via via aumentando grazie anche alle donazioni fatte da molte istituzioni e amici tra le quali, ovviamente, il nostro Comitato Dante Alighieri, che ha la sua Sede Istituzionale dentro la CIM e che ha ricevuto, dalla Sede Centrale e dai Ministeri italiani, importanti collezioni di autori classici e contemporanei italiani, immediatamente messi a disposizione della biblioteca della CIM.

Maracay
L’insegna della nuova Biblioteca Cavani

La cerimonia

La Professoressa Cavani è stata accompagnata a questo importante atto, da Carolina Lopez, amministratrice della Scuola Giovanni XXIII, nonché membro direttivo del nostro Comitato. Presenti tante personalità: dalla neo eletta Viceconsole d’Italia in Aragua, Dottoressa Ana Maria Michelangelo, da membri delle diverse Associazioni regionali: Toscana, Campania, Molisana, Siciliana, e Emiliano-Romagnola di cui Margherita Cavani, classe 1940, è originaria e da alcuni rappresentanti politici di Aragua che hanno avuto ed hanno il loro figli che studiano nella scuola che han voluto essere presenti per onorare così l’iniziativa.

Margherita e sorella di Bin Cavani, che per molti anni ha diretto la Federdante in Argentina ed ha contribuito a costituire  il Comitato in Venezuela nel 1996. È importante sottolineare che, a Maracay, almeno 4 biblioteche prendono il nome da italiani: Pedro Gallo, nato a Parma (Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Centrale del Venezuela), Celestino Bonfanti, nato a Parma, padre dell’attuale vicepresidente del nostro Comitato, (Facoltà di Agraria dell’Università Centrale del Venezuela ), Agostino Codazzi, nato a Lugo provincia di Ravenna, il primo cartografo del Venezuela (Biblioteca Pubblica di Maracay) e Raiza Ranauro, nata a Maracay, figlia di un campano (Biblioteca della Scuola di Biologia dell’Istituto Pedagogico “Rafael Alberto Escobar” dell’Università Pedagogica Sperimentale Libertador di Maracay).

Radici italiane

Questo potentissimo messaggio dimostra come le lettere siano indissolubilmente legate alla nostra italianità: a partire da Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio e Dante Alighieri, la tradizione letteraria in lingua italiana è stata un susseguirsi di grandi scrittori e poeti che  hanno continuato a darci capolavori come quelli di Alessandro Manzoni che ha voluto perfezionare lo stile del suo famoso romanzo “sciacquando i panni in Arno”.

Padre Jesús Díaz Dagger, Parroco della Parrocchia San Carlo Borromeo e Rettore del Collegio Giovanni XXIII ha benedetto le nuove istallazioni della biblioteca.

L’evento ha avuto un grande impatto emotivo, di sensibilità squisitamente femminile, un atto commovente e significativo. Non è mancata la musica grazie al gruppo corale “Luciano Pavarotti”, diretto dal maestro Cesar Guillen  che ha interpretato pezzi italiani e venezuelani.

La CIM continua ad essere un faro di italianità, una luce di italicità, che stabilisce il ritmo, traccia i percorsi, rompe paradigmi, e si adegua ai tempi conferendo alle donne il loro vero protagonismo, quelle donne cantate da Zucchero: “le donne amiche di sempre, donne alla moda, donne controcorrente..che negli occhi hanno gli aeroplani, per volare ad alta quota, dove si respira l’aria e la vita non è vuota!”

maracay2

(1) Vice presidenti: Dottoressa Alicia Sindoni  e Dottor Giuseppe Pompini. Segretari: Paolo Pratolongo e Gaudys Cruz Faoro. Tesorieri: l’Ing. Esteban Bulgheroni e Miguel Gonzalez. Direttori Principali:  Claudio De Mauri (Manutenzione), Richard Lastella (Gioventù), Pina D’Acquisto (Eventi), Evelyn Ranauro Borges (Cultura), Nicola Simonelli (Sport), così come i Direttori Gerardo Rasetta e Carlos Jimenez.

Condividi su

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 3 =