In viaggio con Dante a Grosseto: lunedì 7 maggio

di Valeria Noli | Chiose, Lingua
Condividi su

Organizzata dal Comitato Dante di Grosseto e dalla Sede Centrale della Società Dante Alighieri, lunedì 7 maggio dalle ore 15,30 si terrà la presentazione dei progetti In viaggio con Dante e Le pillole della Dante, presso la Sala Mirto Marraccini c/o Banca Tema in Corso Carducci 14.

La Società Dante Alighieri ha dedicato un intero progetto alla grande opera di Dante Alighieri. Accanto alle altre attività di divulgazione dell’alta cultura, è stato realizzato un lungo film formato da 100 “capitoli”, uno per canto, ripresi in luoghi dell’Italia contemporanea. In viaggio con Dante (su idea di Paolo Peluffo e Lamberto Lambertini) valorizza il patrimonio culturale italiano attraverso una lettura originale e creativa delle tre Cantiche della Divina Commedia in 100 brevi film.

Le Pillole della Dante (da un’idea del Segretario generale della Dante, Alessandro Masi) sono video–lezioni tra 6 e 10 minuti realizzate da Lamberto Lambertini con emeriti professori e studiosi, su argomenti culturali e linguistici. Lo scopo è rivolgere al pubblico un invito allo studio, un’esortazione a coltivare la conoscenza come atto di civiltà su argomenti che spaziano tra Storia, Letteratura, Storia dell’Arte, Musica e molte altre discipline.

Dopo i saluti delle autorità, il registra Lamberto Lambertini presenterà entrambe le opere. Moderazione di Marco Monaci. Saranno proiettati i trailer e parti esemplificative per conoscere meglio entrambe le opere.

Visualizza l’invito

I nostri sette anni in viaggio con Dante (P. Peluffo)

21 ore di film, 100 film di 12 minuti l’uno, minuto più, minuto meno, l’integrale Divina Commedia dal primo all’ultimo dei 14.223 versi che la compongono, un progetto unico nella storia della cultura italiana, liberamente fruibile da chiunque. Sette anni di lavoro, sotto la magistrale guida di Lamberto Lambertini, alla ricerca della tracce presenti della molteplice, polimorfa identità italiana, che si scopre tuttavia unitaria e vivente, ancora, nello specchio riflesso dei versi di Dante Alighieri, Settecento anni dopo. Un’Italia antichissima e contemporanea, aperta al mondo, eppure irriducibile a qualsiasi altra esperienza culturale. Una Italia internazionale, azione vivente di assemblaggio di lasciti di altre culture, altre civiltà, altri popoli, ma tuttavia unica. Che cosa è dunque “In viaggio con Dante”?
Un atto di resistenza contro l’oblio, contro l’appiattimento, la distruzione della specificità culturale italiana: In viaggio con Dante è un “voto” della Società Dante Alighieri; un voto in senso religioso, una sorta di promessa, di giuramento di fedeltà alla nostra identità più profonda; un voto nel senso di un pronunciamento, di un’azione concreta per la nostra “eccezione culturale” e per attestare talune immagini, talune azioni dell’uomo nel suo artigianale operare prima che il mercato globale le distrugga. Raccontare, descrivere, attestare le tradizioni, la storia, le tracce di azioni umane non è un atto di pietà ma di resistenza, ha quindi un altissimo valore civile e politico.

Leggi di più

Leggi la presentazione completa delle Pillole della Dante

 

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + tre =