Millennials vs Filosofia nella Magna Grecia

di Andrea Ciarlariello | Ficcanaso
Condividi su

Ci sono 1.100 giovani studenti che si sono dati appuntamento nelle terre del Cilento, di Velia e di Paestum. Piuttosto che a un enorme campo scuola, ciò a cui daranno vita è un festival culturale in piena regola, reso soltanto più affascinante delle splendide ambientazioni che lo ospiteranno. Si tratta del primo appuntamento del Festival della filosofia nella Magna Grecia – FFMG, una rassegna che da diversi anni coinvolge studenti, talvolta giovanissimi, sui temi più alti della storia del pensiero. A questa prima tappa dedicata al tema “Cosmo-Caos” (16/20 aprile) ne seguiranno nel corso dell’anno altre tre (in ottobre a Matera sul tema “Uno”; di nuovo in Cilento a ottobre e poi a Siracusa in novembre, sul tema “Amore-odio”).

Tra passeggiate filosofico-teatrali, spettacoli, agorà tra docenti, laboratori di filosofia pratica e una “Giornata del Pensiero” le scolaresche coinvolte spenderanno cinque giorni lontane dai banchi, ma vicine, idealmente e geograficamente (Velia è uno dei luoghi di sviluppo della scuola Eleatica, che da quella polis prende il nome), ai protagonisti della storia della filosofia di cui i loro libri riportano le idee. Ai partecipanti è offerta l’occasione di ripercorrere in una comunità ristretta di confronto i passi dei padri del pensiero filosofico, affrontando quelle stesse dicotomie con gli occhi dei millennials.

Filosofare, una pratica che sembra così lontana dallo stile di vita contemporaneo, esercita ancora un ascendente dunque? Sembrerebbe di sì: proprio pochi giorni fa si è conclusa la fase nazionale delle olimpiadi di filosofia (XXVI edizione per l’a.s. 2017/2018) indette dal Ministero dell’istruzione con la collaborazione del Ministero degli Affari esteri e altre importanti istituzioni (Rai Cultura e CNR in testa) che vedrà i migliori accedere all’incontro internazionale che si terrà in Montenegro,a Bar, dal 23 al 26 maggio prossimi.

Entrambe le iniziative godono dell’Alto Patronato della Presidente della Repubblica.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + sette =