A Fermo le eccellenze della Tipicità italiana

di Valerio De Luca | Ficcanaso, madeinItaly
Condividi su

Dal 3 al 5 marzo, al Fermo Forum, tra le dolci colline marchigiane del Fermano, avrà luogo la ventiseiesima edizione di Tipicità all’insegna del “Mangiare, fare e stare al centro dell’esperienza”. Protagonisti l’Isola d’Elba e i Parchi Letterari Italiani.

Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti, per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico, per sperimentare un modo di vivere che “batte forte” sui capisaldi dell’identità italiana e marchigiana in particolare.
A Tipicità si va a vivere un’esperienza a cinque sensi. Non una fiera, ma tanti contenitori tematici per immergersi negli “spazi del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà in via di estinzione.
Naturalmente al centro dell’attenzione c’è il cibo, con tanti percorsi per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio. Bollicine di Marche è il percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”. Fermento vivo anche in Birra di Marca, tra le migliori espressioni delle birre agricole ed artigianali.
Orizzonte Bio pone il pubblico direttamente a contatto con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano il viaggio tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: ai confini del gusto è il contenitore nel quale ogni anno realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità!

Ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri paesi.
Organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con tanti enti pubblici e partner privati, Tipicità è soprattutto un grande contenitore di eventi. Con l’Accademia, all’interno della quale si svolgono performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, il Teatro dei Sapori, dove le realtà locali e quelle ospiti propongono “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, Marche Book Style, che esplora il territorio attraverso la narrazione.
Accanto al cibo si susseguono aree dedicate al “vivere il territorio”, con Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle Piccole Italie e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature: geniale, creativa ed innamorata del territorio!
E la sera, in un contesto architettonico “da salotto buono”, nel suggestivo centro storico di Fermo continuerà l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, attraverso il programma Tipicità in the city.

In occasione della Fiera, rappresentanti dei territori che ospitano alcuni Parchi Letterari del Sud, Centro e Nord Italia si riuniranno a Fermo per raccontarsi e celebrare Leopardi e la Sua Recanati luogo simbolo dell’ispirazione nelle Marche, in Italia e nel mondo intero.

Un viaggio per i Colli Euganei del Petrarca, lungo le bucoliche campagne mantovane di Virgilio, attraverso le montagne abbruzzesi di d’Annunzio. Ma anche i luoghi dell’esilio di Dante, del confino lucano di Carlo Levi e della prigionia calabra di Ernst Bernhard fino all’avvincente e avventuroso viaggio di Pietro Querini oltre il Circolo Polare Artico…

Cibo, turismo e manualità sono i tre pilastri che caratterizzeranno la manifestazione per raccontare un vero e proprio modo di vivere all’italiana, ricercando la qualità ed esaltando i “genius loci” nascosti nei piccoli Comuni del territorio.” “Tipicità è una porta di accesso verso la nostra terra – afferma il vicesindaco di Fermo Francesco Trasatti – ed è un ponte per la promozione del nostro territorio che viene così conosciuto in tutta Italia e all’estero”.

In questo contesto, unico nel suo genere, I Parchi Letterari, 23 in Italia e 2 in Europa, intendono illustrare ai visitatori di Tipicità l’evoluzione delle comunità locali attraverso la letteratura. Sono i luoghi stessi che comunicano le sensazioni che hanno ispirato tanti autori per le loro opere e viceversa, molte delle più celebri opere letterarie e poetiche, ambientate in luoghi reali legati alla vita di un autore, consentono di reinterpretare il territorio in un equilibrato connubio tra paesaggio, patrimonio culturale e attività economiche, in cui l’esperienza del passato rivela una proposta per il futuro.

Uno stand dedicato a I Parchi Letterari sarà aperto durante i tre giorni della manifestazione.
Per maggiori info clicca qui

http://vQVmwPw3XsM

Condividi su

Leggi articolo precedente

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 6 =