Ultimi giorni per la mostra su Strehler a Milano

di Andrea Ciarlariello | Ficcanaso
Condividi su

Chiuderà il prossimo 4 febbraio la mostra-laboratorio “Strehler tra Goldoni e Mozart” inaugurata lo scorso dicembre presso Palazzo Reale, a Milano, per celebrare i venti anni dalla morte di Giorgio Strehler (1921-1997), uno dei nomi più rappresentativi delle scene italiane ed europee del Novecento.

L’esposizione, curata da Lorenzo Arruga, critico e giornalista teatrale, propone tramite foto, video, costumi e scenografie un viaggio nelle maggiori opere del regista che ne ripercorre anche l’evoluzione stilistica: Arlecchino servitore di due padroni (1947), Le baruffe chiozzotte (1964), Il campiello (1975), Il ratto del serraglio (1964, riproposto poi nel 1992), Le nozze di Figaro (1972), Don Giovanni (1987) e Così fan tutte (1997).

L’iniziativa partecipa al ricco cartellone di “Novecento italiano”, dedicato al secolo che ha visto Milano protagonista del mondo della cultura (design, musica, cinema, ecc.).

La mostra è prodotta da Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale, in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro alla Scala e Mondo Mostre Skira, con la partecipazione della Fondazione Cerratelli, del Teatro dei Documenti e di Teche RAI.

Credits: foto di Simone Bettini (Creative commons)

Condividi su

Leggi articolo precedente

Leggi articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 2 =